Pista da slittino su monorotaia: intesa tra Società Impianti Valdidentro ed Amministrazione Comunale. Approvato il progetto esecutivo. Opera finanziata con i Fondi dei Comuni Confinanti e con un contributo della Provincia di Sondrio. A breve l’inizio lavori. Trabucchi: ” Importante infrastruttura turistica fruibile 365 giorni all’anno”. Il video dello discesa.


Approvato il progetto definitivo della pista da slittino su monorotaia che verrà realizzata a Valdidentro a seguito dell’accordo maturato tra Società Impianti Valdidentro ed Amministrazione Comunale. L’opera di un milione di euro sarà interamente finanziata con i Fondi dei Comuni Confinanti e con un contributo della Provincia di Sondrio. A breve l’inizio lavori. Trabucchi: ” Siamo molto soddisfatti. Si tratta infatti di una importante infrastruttura turistica fruibile 365 giorni all’anno”. Pubblichiamo un estratto della relazione tecnica, l’articolo apparso sulla edizione del 31 marzo 2017 de “La Provincia di Sondrio” ed il video dello discesa.

Schermata 2017-03-31 alle 19.34.43 Schermata 2017-03-31 alle 19.34.48 Schermata 2017-03-31 alle 19.34.53

Estratto Relazione tecnica: 

 

Caratteristiche generali dell’intervento

Il presente progetto prevede la realizzazione di una pista da slittino su rotaia, da poter utilizzare sia nei mesi estivi che durante il periodo invernale, con le seguenti caratteristiche principali:

–          Risalita lunga 255 m, da quota 1.990 m a quota 2.044 m s.l.m..

–          Discesa lunga 540 m da quota 2.044 a quota 1.990 m s.l.m.

–          Dislivello pari a 54 m.

La risalita si sviluppa a margine della pista di sci da discesa esistente, mentre la discesa si snoda principalmente all’interno dell’area boscata.

L’area ove realizzare tale pista è stata scelta per i seguenti motivi:

–          l’area è facilmente raggiungibile con la cabinovia “Isolaccia – Pian della Motta”

–          la partenza si trova in adiacenza al ristoro “Conca Bianca”

–          la morfologia del terreno e le caratteristiche dell’area boscata, si prestano molto bene per la realizzazione di questo tipo di intervento.

La discesa, con pendenza non inferiore al 6%, permette la corsa per forza di gravità dei veicoli.

Il guidatore può regolare la velocità dosando a propria scelta l’azione del freno con apposite leve.

La guidovia, sopraelevata, è costituita da dei binari longitudinali, sorretti da dei sostegni in carpenteria metallica, appoggiati a terra su dei basamenti in cemento armato.

La sopraelevazione della pista rispetto al terreno è diversa nei vari punti del tracciato. I sostegni della pista hanno quindi altezze variabili, sia in funzione della morfologia del terreno che dell’andamento della pista.

Oltre ai sostegni, si rende necessario realizzare delle controventature per irrigidire la struttura metallica e posizionare delle reti di protezione laterali ai fini della sicurezza, dove le sopraelevazioni superano 1 m ed in punti particolari dell’impianto.

Lungo il tracciato si rende necessario predisporre, nel sottosuolo, delle reti tecnologiche necessarie per il funzionamento degli impianti quali, rete elettrica, trasmissione dati e scolo delle acque meteoriche.

Il tracciato è stato studiato in modo da poter snodarsi nel bosco, tagliando il minor numero di piante possibili (5-6 piante di piccole dimensioni).

La risalita avviene mediante una guidovia e delle funi di acciaio che consentono il traino da valle verso monte dei bob e dei passeggeri.

A monte e valle, devono essere realizzate le due stazioni di partenza e arrivo.

Nella stazione di valle si rende necessaria la costruzione di una piccola struttura in legno di dimensioni esterne 4,00 x 11,40 m, appoggiata su di una platea in cemento armato, nel quale sarà ricavato il magazzino dei bob ed un piccolo spazio per le manutenzioni. I tamponamenti delle pareti del magazzino saranno realizzate mediante tavole di larice. Il tetto di copertura sarà realizzato mediante tavole di larice in tre strati disposti a giunti sfalsati.

slittino

Articolo del 31 marzo 2017 de “La Provincia di Sondrio”:

FullSizeRender

 

Il video della discesa: