Riaperta la strada di Cancano: firmata l’Ordinanza.


Riaperta nella mattinata di lunedì 27 marzo 2017 la strada di Cancano. Pubblichiamo di seguito un estratto dell’Ordinanza ed una nota  del Sindaco di Valdidentro di qualche giorno fa.

OGGETTO: SOSPENSIONE TEMPORANEA DIVIETO DI TRANSITO STRADA PREMADIO-DIGHE DI CANCANO.

 

IL SINDACO

 

Vista   l’ordinanza Sindacale n. 84 del 07.11.2016;

Visto che con la stesse veniva disposta la chiusura di determinate strade agro silvo pastorali a causa delle precipitazioni nevose in quota che hanno reso il fondo stradale non percorribile in condizioni di sicurezza fra le quali anche la strada comunale Premadio-Dighe di Cancano;

Atteso che alla data odierna viste le condizioni meteorologiche favorevoli la suddetta strada è percorribile fino alla località Casa di Guardia A2A ;

Considerato che la pubblicazione del presente atto sostituisce la comunicazione di avvio del procedimento agli interessati, per il fatto che lo stesso è rivolto ad una pluralità di persone.

Visto lo Statuto Comunale;

Visti gli art. 5, 6 e 7 D.L.vo 30.04.1992, n° 285 istitutivo del Nuovo C.d.S.;

Visto il Regolamento di esecuzione del Nuovo C.d.S.;

Visto il D.L.vo 267/2000 (Testo Unico delle Autonomie Locali );

 

ORDINA

 

PER I MOTIVI IN PREMESSA ESPOSTI A DECORRERE DAL GIORNO 27 MARZO E’ DISPOSTA LA SOSPENSIONE DEL DIVIETO DI TRANSITO, PER GLI AVENTI DIRITTO, ESCLUSIVAMENTE PER LA STRADA COMUNALE “PREMADIO-DIGHE DI CANCANO” FINO ALLA LOCALITA’ CASA DI GUARDIA A2A.

 

IN PRESENZA DI NEVE O GHIACCIO LA PREDETTA STRADA E’ DA INTENDERSI CHIUSA A QUALSIASI TRANSITO MOTORIZZATO COME PREVISTO DALL’ORDINANZA NR. 84 DEL 07.11.2016 FINO A REVOCA DELLA STESSA.

 

DISPONE

All’Ufficio Tecnico OO. PP. è demandato il compito di provvedere alla installazione dell’apposita segnaletica per quanto di competenza.

 

Copia del presente provvedimento venga trasmesso a:

  • Comando Stazione Carabinieri di Bormio;
  • Comando Stazione Vigili del Fuoco di Bormio;
  • Corpo Forestale dello Stato – Comando Stazione di Valdidentro;
  • Provincia di Sondrio,
  • Ufficio Tecnico Pianificazione Opere Pubbliche del Comune di Valdidentro;
  • Pro Loco Valdidentro.

 

Le Forze di Polizia di cui all’art. 12 del C.d.S. è incaricata alla vigilanza sul rispetto della presente ordinanza.

Il Sindaco Trabucchi è nuovamente intervenuto sulla questione della chiusura delle strade di montagna nel periodo invernale ed in particolare della strada di accesso a Cancano, evidenziando quanto segue:

– quando un Sindaco emette un’Ordinanza, disponendo (come nel caso in esame) un divieto, non compie un atto di arroganza o di prepotenza ma responsabilmemnte e seriamente svolge il proprio dovere, previsto dalla legge, che impone al Sindaco stesso di adottare anche provvedimenti limitativi o impeditivi della libera circolazione a tutela della incolumità pubblica;

– nell’adottare questo tipo di provvedimento, il Sindaco fonda la propria determinazione sulla relazione tecnica dei propri Uffici (Ufficio Tecnico e Polizia Municipale);

– In presenza di adeguate condizioni di sicurezza, ai proprietari di baite e/o terreni è sempre stato rilasciato un permesso giornaliero di transito per ragioni legate alla verifica e manutenzione dei propri fabbricati ed immobili:

– viene invocato il “principio del libero arbitrio” di modo che (riporto testualmente un passaggio dell’allegata e cortese lettera protocollata oggi dal sig. Diego Somaini) ” ad ognuno sia concesso di potere essere libero appunto di agire secondo propria coscienza e responsabilità ” . Ebbene un Sindaco potrebbe avere la tentazione (sarebbe anche comodo!) di lasciare la decisione al libero arbitrio altrui ma ciò non gli è consentito dal suo dovere di pubblico amministratore chiamato ad assumersi pienamente le proprie responsabilità; in mancanza potrebbe rispondere, in caso di danni per lesione, sia penalmente che civilmente: pensiamo, facendo riferimento ad un altro ambito, a quanti sciatori, esecitando il loro “libero arbitrio”, hanno trovato la morte o fuori pista o sotto qualche slavina…

– alle Forze dell’Ordine, sempre che sia fisicamente possibile, è consentito ex lege il transito per poter svolgere, in caso di necessità, il proprio servizio a tutela dei cittadini, così come non può essere vietato al personale addetto al controllo degli impianti industriali (nella fattispecie, personale dell’A2A) di svolgere il proprio servizio finalizzato, anche in questo caso, alla sicurezza della persona:

– un Sindaco, quando deve disporre divieti, lo fa spesso a malincuore ma sempre nell’esercito delle sue funzioni e dei suoi doveri, molte volte peraltro in condizioni difficili e con la responsabilità totalmente lasciata sulle sue spalle (si pensi agli eventi calamitosi o ai rischi connessi al vivere in montagna):

– vi sono stati casi di Sindaci condannati civilmente e penalmente per non avere adottato tutte le misure a tutela dell’incolumità pubblica a fronte di danni mortali o per lesioni: vi sono stati anche casi di Sindaci condannati nonostante che avessero fatto tutto il possibile per evitare o fronteggiare situazioni di pericolo:

– nei prossimi giorni (diamo una buona notizia !), qualora vi fossero le condizioni necessarie e la relazione positiva da parte degli Uffici competenti, non esiterò a sospendere l’Ordinanza di chiusura della strada di Cancano, la quale potrà dunque essere riaperta al transito ma anche richiusa prontamente in caso di rinnovato pericolo. È semplicemente dovere di un Sindaco, che da quindici anni non si sottrae alle proprie responsabilità, nonostante le difficoltà, le pressioni e le aspettative anche comprensibili del]a gente ( anche a me piace tremendamente Cancano come tutta la Valdidentro !)

Valdidentro, 20 marzo 2017

Avv. Ezio Trabucchi

Sindaco Comune di Valdidentro