Ritorno alla normalità a seguito delle forti precipitazioni della serata del 7 agosto.


20150808_153014Con la collaborazione e l’impegno di tutti gli Enti interessati, dei volontari e delle forze dell’ordine, si ritorna lentamente alla normalità dopo le precipitazioni intense della serata del 7 agosto, che hanno interessato il versante della Reit, causando il distacco di colate detritiche, una delle quali ha raggiunto l’alveo del fiume Adda a monte del ponte dei “Forni”.

Le persone che purtroppo hanno dovuto evacuare le loro abitazioni (circa 170), in località Pini di Curvalta nella frazione di Molina, già in tarda mattinata hanno potuto ritornare alle proprie case.

A queste persone vanno i ringraziamenti dell’Amministrazione Comunale di Valdidentro per la fattiva collaborazione prestata a fronte del disagio subito.

Sempre nella tarda mattinata di oggi  è stata riaperta la viabilità sulla S.S. 301 “del Foscagno”, tra il bivio per lo Stelvio e “Fior d’alpe” e la viabilità comunale dal ponte Campello a Premadio.  Resta chiusa invece la S.S. 38 dello Stelvio per la quale si prevede la possibilità di apertura nell’arco di 5 / 6 giorni.

Nella sede comunale di Valdidentro si è tenuta una riunione tra tutti i soggetti interessati per un aggiornamento in merito all’evoluzione della situazione al fine di  condividere le azioni da intraprendere.

Al termine della riunione è stato redatto il seguente comunicato stampa:

COMUNICATO STAMPA – EVENTI CALAMITOSI ZONA MOLINA IN COMUNE DI VALDIDENTRO
A seguito dei movimenti franosi che hanno interessato la zona di Molina in comune di Valdidentro a mezzogiorno si è svolta, presso il comune di Valdidentro, una riunione di Protezione Civile presieduta dal Vice Prefetto di Sondrio Salvatore Angieri, alla presenza del presidente della Provincia Luca Della Bitta, del vice sindaco di Valdidentro Gabriele Viviani, del sindaco di Bormio Giuseppe Occhi, del presidente della Comunità Montana Alta Valtellina Raffaele Cola, degli assessori comunali di Valdidentro, dello Ster di Sondrio con Silvio D’Aschieri e di tutte le forze dell’Ordine, unitamente ai geologi incaricati di effettuare i rilievi ed i sopralluoghi sulla zona interessata.

Allo stato attuale la situazione non desta particolari preoccupazioni ed il vicesindaco ha provveduto a revocare l’ordinanza con la quale era stata disposta l’evacuazione di abitazioni ed edifici in località Curvalta nonché a revocare i due provvedimenti con i quali era stato interdetto il traffico veicolare lungo la strada statale 301 del Foscagno e quella comunale di San Gallo. Entrambe le strade sono state riaperte al transito.

Per quanto concerne la situazione della strada statale 38 che conduce al Passo dello Stelvio, l’Anas ha avviato prontamente i lavori per la rimozione del materiale che ha interessato la sede stradale opere che, presumibilmente, saranno ultimate tra cinque – sei giorni.

Nel frattempo lo Ster di Sondrio, oltre ad aver garantito la tempestiva disponibilità dell’elicottero per il sopralluogo effettuato in mattinata sta provvedendo, di concerto con i Vigili del Fuoco, alla rimozione del materiale che ha interessato l’alveo del fiume Adda.

Permane, alla luce delle previsioni meteorologiche, lo stato di pre-allerta e la situazione sarà costantemente monitorata sia con apparecchiature che con sopralluoghi sulle zone interessate dai movimenti franosi.

Da parte delle amministrazioni comunali di Valdidentro e Bormio un ringraziamento alla Protezione Civile, ai volontari ed alle Forze dell’Ordine che si sono adoperati con tempestività ed efficienza.

F.to il Vice Prefetto di Sondrio
F.to il Presidente della Provincia
F.to il Vicesindaco di Valdidentro
F.to il Sindaco di Bormio

Ad integrazione del comunicato stampa, si precisa che alla riunione erano altresì presenti l’ANAS con il Geom. Salvatore Tallotta e i Vigili del Fuoco.

Ai vigili del fuoco un particolare ringraziamento da parte della Prefettura, della Provincia e delle Amministrazioni Comunali per la preziosa collaborazione prestata in termine di uomini e mezzi.